MATRIMONIO A TEMA: 5 errori che ti faranno cadere nell’effetto compleanno

sposi alice nel paese delle meraviglie
Cara Sposa, per il giorno più importante della tua vita stai pensando ad un tema da cui ti senti rappresentata?
 
Magari a un tema particolare, che sia diverso dal solito o rivisitato a modo tuo.
 
Ad esempio inerente a film, serie tv, cartoni animati, libri, musica o ad altre categorie simili.
 
E ti piacerebbe svilupparlo con le tue stesse mani in modo raffinato ed elegante per stupire davvero tutti gli invitati ma temi di cadere nell’effetto festa di compleanno?
 
Allora sei nel posto giusto e stai per scoprire

i 5 errori fatali che rovinano l'effetto finale del matrimonio rendendolo una festa di compleanno e cosa devi fare per evitarli

Innanzitutto devi sapere che il tuo tema fa parte di una macro categoria che io chiamo NON CONVENZIONALE.
 
Questo perché, se ci pensi bene, è legato al settore dell’intrattenimento più che a quello del matrimonio.
 
Cosa intendo per “temi non convenzionali”?
 
Sono quei temi che la cultura italiana reputa “fuori dagli schemi” rispetto al modello nuziale romantico e tradizionale che tutti conosciamo.
 
Un modello fatto di vecchie credenze e luoghi comuni che la società ha tramandato nel tempo e che tutt’oggi continua ad imporre.
 
Sono proprio queste convinzioni radicate nel pensiero comune ad ostacolare la buona riuscita di un matrimonio non convenzionale facendolo cadere in una festa di compleanno.
 
sono anche la causa di errori inevitabili che commettono tutti gli sposi quando realizzano da soli il loro matrimonio a tema.
 
Con più di 30 matrimoni tematici alle spalle che ho progettato e organizzato, ho individuato ben 5 errori tra i più ripetuti ed i più fatali:

1° ERRORE

PENSARE AL TEMA DEL MATRIMONIO SOLO PER DARE I NOMI AI TAVOLI

Questo errore rientra in uno dei pensieri più diffusi nell’immaginario collettivo riguardo al matrimonio.
 
Partiamo però dal presupposto che se scegli un tema non convenzionale è perché tu e la tua dolce metà lo sentite davvero vostro e vi rappresenta come coppia.
 
Magari per un fatto che vi è accaduto, per com’è nata la vostra storia d’amore, per una forte passione in comune che vi lega, per una sorpresa inaspettata che uno ha fatto all’altro, ecc..
 
Per questo il tema non può essere usato solo per il tableau de mariage ed i segnatavoli ma deve avere quella che io chiamo “la chiave di volta”, ovvero un elemento portante che permetta al tema di essere contestualizzato in tutto il matrimonio.
 
Un filo conduttore per intenderci.
 
Devi quindi partire dal pensare al grande giorno a 360° gradi, andando a studiare un progetto nuziale che ti permetta di integrare il tema in ogni prodotto/servizio (se non tutti almeno nella maggior parte) necessario all’organizzazione delle nozze.
 
Punta principalmente sui prodotti/servizi legati all’estetica del matrimonio che tutti gli invitati vedranno, ovvero:
 
– il coordinato nuziale (le partecipazioni, i libretti della cerimonia, il tableau, i segnatavoli, i menu ecc.),
– le decorazioni floreali alla cerimonia e alla location,
– la mise en place (tovagliato, posate, bicchieri, ecc.) del tavolo degli invitati,
– gli allestimenti scenografici (il vostro tavolo, gli angoli a tema, il photobooth, il taglio torta, ecc.).
 
E l’estetica dev’essere abbinata a ciò che riguarda l’esperienza e cura dell’ospite che permette di creare l’atmosfera del grande giorno:
 
– l’intrattenimento,
– la musica,
– gli spettacoli,
– le bomboniere,
– i cadeaux segnaposto,
– la confettata/lo sweet table.
 
Per farti capire esattamente cosa intendo, ti porto l’esempio del matrimonio a tema Alice in Wonderland di Gianfranco e Valentina che puoi vedere in questo video:
Come hai visto, ogni dettaglio, prodotto e servizio estetico ed esperienziale ha seguito una linea guida ben precisa… e ha fatto tutta la differenza del mondo!
 
Ecco perché il tema dev’essere scelto per un motivo valido e avere questo filo conduttore.
 
Altrimenti, se sceglierai qualcosa che non ti appartiene o solo per i nomi dei tavoli, finirai per avere un’accozzaglia di cose che non centrano una con l’altra e fidati che gli invitati se ne accorgono!
 
E, oltre a fare un danno enorme al tuo matrimonio agli occhi degli invitati, farai un grandissimo danno anche a te stessa.

2° ERRORE

SCEGLIERE UN SOLO COLORE (e magari reputarlo anche un tema)

Anche questo errore, come il primo, è un luogo comune.
 
Quante volte ho sentito spose dire:
 
«il colore del mio matrimonio sarà il lilla/tiffany/rosso/ecc.».
 
o addirittura:
 
«il tema del mio matrimonio sarà il lilla/tiffany/rosso/ecc.».
 
e poi nel matrimonio si trova quel colore nella sua forma netta abbinata, puntualmente, al bianco come vedi in queste foto:
Chiariamo una volta per tutte che:
 
1. il colore non è un tema
 
2. il matrimonio non può avere soltanto un colore ma dev’essere armonizzato con altri colori che siano inerenti alle sensazioni e all’atmosfera che visivamente si vuole ricreare.
 
La cura dei colori è importante anche in ogni elemento estetico-decorativo in base al tema scelto, allo stile e agli ambienti che ospiteranno il matrimonio.
 
La giusta quantità di colori da scegliere è 3 ovvero:
 
1. il colore principale
2. il colore di accompagnamento o di contrasto
3. il colore di ornamento
 
In più, questi 3 colori, devono essere armonizzati da se stessi nelle gradazioni e nelle sfumature chiare e/o scure.
 
Come esempio ti mostro il concept del progetto nuziale che ho studiato per il matrimonio di Sara e Mattia a tema Parigi. 
Ecco come i colori scelti sono stati poi utilizzati nella loro partecipazione, nelle decorazioni floreali e negli accessori presenti ai tavoli degli invitati.
E, ovviamente, i colori sono stati riportati anche in tutti gli altri elementi visivi del matrimonio (proprio come ti dicevo nel punto n°1).
 
Sappi che, se sceglierai di utilizzare comunque un solo colore, ti farà cadere nel cattivo gusto dei matrimoni anni ’80 come nelle foto che ti ho mostrato poco fa… a meno che ti piaccia proprio così!

3° ERRORE

CERCARE ISPIRAZIONI SUL WEB E COPIARLE COL "FAI DA TE" (aspettativa vs. realtà)

Il matrimonio è qualcosa di personale che ognuno sente in modo soggettivo e soprattutto diverso, ecco perché anche tu senti l’esigenza di avere un giorno che sia solo tuo.
 
E se desideri un matrimonio differente e (soprattutto) unico non puoi basarti solo sulle fotografie d’ispirazione di oggetti o atmosfere che vedi online perché, come lo vedi tu, lo vedono anche tutte le altre spose.
 
Questo è proprio uno dei motivi principali del perché la maggior parte dei matrimoni sono tutti la copia di un altro.
 
Ora potresti chiederti:
 
«Ma se io lo faccio da me con le modifiche che ho pensato, non uscirà uguale e sarà comunque personalizzato!»
 
Se anche tu l’hai pensato, purtroppo cara sposa è giusto che tu sappia subito la verità prima di metterti all’opera buttando tempo e spendendo soldi inutilmente perché:
1. Le foto ispirazioni sul web ti ingannano
Certo, sono bellissime perché sono fatte da veri e propri fotografi che hanno il compito di valorizzare il soggetto in questione.
 
E spesso questo soggetto sembra davvero semplice da riprodurre.
 
Ma la verità è che, anche se quel soggetto SEMBRA semplice agli occhi di tutti, il risultato della semplicità è il frutto di un vero e proprio progetto, fatto di studio e progettazione alle spalle.
 
Non c’è cosa più complicata che realizzare una cosa semplice… e gli addetti ai lavori lo sanno bene perché l’obiettivo è proprio uguale a quello di un illusionista: il trucco c’è ma non si vede!
 
Perciò non credere che il semplice sia facile.
2. Non hai accesso ai materiali e agli strumenti idonei
Molto probabilmente l’oggetto o l’atmosfera che hai visto online è stato fatto da un/una professionista che (dopo anni di tentativi, prove, esperienza, conoscenza e soldi investiti) sa ovviamente tutti i trucchi del mestiere.
 
Inoltre, lavorando nel settore, ha accesso a risorse, materiali, strumenti e tecniche che una persona non addetta hai lavori non sempre ha.
 
Perciò se vuoi provare da te, sei obbligata a utilizzare i materiali e gli strumenti che TUTTI possono avere a disposizione.
3. Servono le competenze
Con questo non intendo dire che non sei capace ma semplicemente che per raggiungere determinati risultati ed effetti ci vogliono le competenze e le conoscenze giuste.
 
E per acquisirle ci vogliono anni ed esperienza sul campo.
 
Ma tu sei LA SPOSA e non hai tempo di crearti queste competenze!
 
E questo si collega al 4° punto che ora ti spiego.
4. Serve tempo
Per cercare di riprodurre quello che pensavi ci vuole tempo.
 
Si, ci vuole tempo per:
– pensare a cosa fare,
– a trovare ispirazioni,
– a definire cosa e come farlo,
– a cercare i materiali,
– a fare i vari tentativi,
– e a realizzare il tutto.
 
Ti faccio un esempio con le partecipazioni.
 
Per realizzare quelle dei miei sposi, considera che mi ci vogliono circa 2 mesi di lavoro (dal momento in cui mi confermano il progetto nuziale per iniziare a lavorare all’idea a quando gliele consegno).
 
Se decidi di provare a farle tu, ti posso garantire che come minimo ci impiegherai il doppio del tempo (indipendentemente dal risultato finale).
 
Perché non hai 2 mesi full time a disposizione da dedicare totalmente alle partecipazioni in quanto devi proseguire con l’organizzazione del matrimonio, svolgere il tuo lavoro, seguire la casa, agli impegni della quotidianità, ecc. …
 
TUTTE le coppie che hanno voluto provare a creare qualcosa da soli (nonostante avessero scelto di affidarsi a me e nonostante li avessi avvertiti) possono confermarti i 4 punti che ti ho appena descritto.
 
Hanno voluto sbatterci (giustamente) il naso e alla fine mi hanno detto:
 
«Bea avevi ragione!»
 
Quindi, considerando tutto questo, adesso ti sto per chiedere di essere sincera con te stessa nel rispondere a questa domanda:
Sei proprio sicura di avere le capacità, di trovare tutti i materiali idonei, di avere tutto il tempo necessario per creare e, soprattutto, che il risultato sarà elegante e davvero all’altezza delle tue aspettative se farai da te?
Mi raccomando, rispondi sinceramente perché quello che dirai può rovinare tutto il tuo matrimonio oppure essere la tua salvezza.
 
Lascialo dire a me che, nonostante all’epoca ero una graphic designer e avevo quasi tutto a disposizione, per il mio matrimonio non sono riuscita a dare il meglio a me stessa (cosa che ancora oggi mi fa star male solo al pensiero!) proprio perché non conoscevo il settore del wedding.
 
Perciò il consiglio che ti do è quello di chiedere aiuto e affidarti alle persone competenti che possono davvero fare la differenza nel tuo grande giorno facendoti risparmiare tempo, soldi ma anche ansia, nervoso e frustrazione!

4° ERRORE

SPENDERE SUBITO SOLDI NEI GADGET E NEGLI ACCESSORI

Lo so cara sposa che sei già andata su Amazon o altri siti per guardare tutti i props nuziali e/o gli oggetti tematici e sei super tentata di acquistarli (e magari hai anche già comprato qualcosa) ma per favore fermati!
 
Fermati perché, prima di tutto, il matrimonio non convenzionale non si crea solo con i gadget e gli accessori a tema da posizionare qua e là nella location o da utilizzare in certi momenti della giornata.
 
fermati anche perché stai sprecando soldi togliendoli al budget.
 
Tu magari al momento non ci fai caso e sei attirata dal costo quasi irrisorio di questi accessori.
 
Ad esempio:
– 25€ per 60 ventagli,
– 30€ per 100 bolle di sapone,
– 30€ per il guest book e le penne colorate,
– 25€ per le coccarde delle auto,
– 35€ per un gioco da far fare agli invitati,
– 15€ per i props del photobooth
– e potrei andare avanti all’infinito…
 
Ma se poi fai i conti e metti insieme tutte queste cifre ti rendi conto che hai speso almeno 150€ se non di più!
 
E con 150€ ci compri le scarpe da sposa oppure paghi la prova trucco e acconciatura con una brava makeup & hair artist ad esempio… spero di renderti l’idea!
 
Stai praticamente buttando soldi per ciò che davvero conta nel matrimonio: ovvero i servizi ed i prodotti indispensabili e prioritari per organizzare questo tuo giorno così particolare.
 
Prima di buttare i soldi in questo modo, è fondamentale che tu capisca quali sono le priorità del tuo matrimonio.
 
Concentrati subito alle priorità, dedicati a queste e solo dopo che le avrai definite, allora potrai valutare se hai ancora budget a disposizione.
 
Potresti scoprire che in realtà i gadget e gli accessori che stavi per acquistare sono superflui, che non sapresti come poi gestirli e addirittura che non sono idonei all’utilizzo che pensavi perché non centrano nulla con lo stile dell’evento…
… questo è il vero risparmio in un matrimonio!
Inoltre ricorda che i gadget sono sempre lì a disposizione ma i tuoi soldi no.

5° ERRORE

NON AVERE LA GIUSTA STRATEGIA PER L'ORGANIZZAZIONE E PER GESTIRE IL BUDGET

Siamo arrivate all’ultimo errore, quello che reputo il più importante di tutti.
 
E sono sicura che, appena l’avrai letto, lo sarà anche per te! …
 
Se ora ti chiedo:
 
«come pensi di organizzare il tuo matrimonio?»
 
e di rispondermi senza pensarci troppo su, cosa mi diresti?
 
«Beh… credo che oltre alla scelta del tema, del colore e cercare idee sul web, inizierei a contattare i vari fornitori che mi ispirano di più per chiedere un preventivo, poi confrontarli tutti e valutare quelli che reputo più interessanti ed economici»
 
Ecco, questa è la cosa più sbagliata che tu non devi assolutamente fare perché stai andando a tentativi proprio come fanno tutti!
 
E puntualmente ci si ritrova con prodotti e servizi standardizzati che rendono il matrimonio banale e uguale a quello degli altri.
Inoltre senza avere una chiara idea del budget si rischia di utilizzare in modo errato i soldi mettendone troppi per acquistare prodotti/servizi che non sono indispensabili e poi non averne a sufficienza per quelli che invece fanno totalmente la differenza.
Ma spesso e volentieri gli sposi se ne accorgono quando è troppo tardi e ormai il danno è fatto.
 
Perciò la cosa che devi fare per organizzare il matrimonio è: parti pensando al contrario.
 
Si, devi partire dalla fine immaginandoti di essere dentro il tuo stesso giorno.
 
Chiudi gli occhi e chiediti:
– Come voglio sentirmi in quel giorno?
– Come me lo immagino?
– Cosa vorrei vedere?
– Come voglio viverlo insieme al mio partner?
– Come voglio che venga vissuto e ricordato dai miei invitati?
– E, soprattutto, cosa voglio portarmi nel cuore e nella memoria di questo evento meraviglioso per il resto della mia vita?
 
Solo rispondendo a queste domande potrai capire quali sono le scelte giuste che dovrai fare se non vuoi rischiare di basarti solo su dei preventivi che sembrano la lista della spesa e che ti porteranno solo a sbagliare.
 
Mentre per quanto riguarda l’idea di budget devi avere chiare le priorità del tuo matrimonio per poi suddividere i prodotti/servizi e abbinargli la cifra economica che pensavi di dedicare a ciascuno.
 
Essendo stata una sposa anch’io, mi rendo conto che questa parte sia la più difficile da affrontare perché non conosci tutti i prodotti ed i servizi che esistono per il matrimonio e, soprattutto, non sai quanto costano quelli più idonei al risultato che vorresti ottenere e nemmeno le valide alternative.
 
Ma non temere perché ti sto per rivelare la soluzione che ti permette di impostare una vera e propria strategia economica per realizzare il tuo sogno usando in modo corretto ed intelligente i soldi tenendoli sempre sotto controllo per fare le scelte giuste ed evitare di sprecarli inutilmente.
 
E non solo.
 
Questa soluzione ti permette anche di non cadere in tutti gli errori che ti ho detto prima realizzando davvero il tuo matrimonio a tema.

La soluzione per evitare questi errori

Dopo aver identificato questi 5 errori, con tutti i relativi problemi annessi che hai scoperto arrivando fino a qui, e dopo aver realizzato 30 matrimoni dai temi più stravaganti e non convenzionali, ho riscontrato che in un giorno così importante non può mancare:
1. LA CURA A 360°
nella ricerca, nella selezione e nella messa in atto di ogni prodotto e servizio necessario al matrimonio
2. L’ELEGANZA VISIVA ED ESPERIENZIALE
per qualsiasi tema venga scelto, anche per quello più bizzarro e strano che possa esistere, studiata attraverso un progetto nuziale
3. LA GIUSTA STRATEGIA
per gestire correttamente il budget ed organizzare davvero un matrimonio straordinario
altrimenti sarà inevitabile cadere nel cattivo gusto dell’effetto festa di compleanno con tanto di sposi messi in ridicolo agli occhi degli invitati.
 
Ora potresti chiederti:
Ok Beatrice, ora so cosa non devo fare per non rovinare il mio giorno ma non so se riuscirò a mettere in pratica tutte le cose che devo fare per realizzare davvero il mio sogno…
 
C’è una soluzione che mi può aiutare a fare da me senza sbagliare?…
 
… una soluzione che però non mi costi una fortuna?
Sì, cara sposa questa soluzione esiste da oggi e la puoi trovare all’interno dei corsi che ho pensato per te:
Beatrice Lancini
Unconventional planner
Creatrice del metodo Marrylicious® e di Sposi Consapevoli®