1° Regola per un matrimonio unico: non copiare!

Desideri un matrimonio davvero unico, mai visto prima, diverso da tutti gli altri, che ti rappresenti e che stupisca i tuoi ospiti?

La regola n°1  per averlo è: NON COPIARE!

Cara sposa, se vuoi davvero avere un matrimonio unico, non devi:
👉 guardare prodotti a catalogo,
👉 cercare fornitori che lavorano in serie e “con lo stampino”,
👉 chiedere info per avere un prodotto esattamente come l’hai visto sul web,
👉 qualora tu voglia fare da te, copiare qualcosa che hai visto.

Queste azioni sono proprio quelle più sbagliate e, se le compi, sappi che ti allontaneranno dal tuo obiettivo e svalorizzeranno il tuo grande giorno rendendolo la fotocopia di un altro.

Ma non è colpa tua se pensavi di fare così, dopotutto non c’è nessuno ti spiega dalla A alla Z cosa devi fare per il tuo matrimonio (in realtà da oggi c’è e lo scoprirai alla fine di questo articolo 😉).

La colpa principale è della società e dell’avanzamento della tecnologia che nel tempo ha sì migliorato la nostre vite ma ha standardizzato ogni forma di pensiero e modo di fare, anche nel matrimonio.

«Sii la versione originale di te stesso, non la brutta copia di qualcun altro» disse Judy Garland.

E questo vale sia per te, cara sposa, che per il tuo matrimonio.

Analizziamo insieme tutto e andiamo in profondità partendo dal fatto che le nozze non sono una cosa tangibile.

Non è qualcosa che tocchi con le tue mani e acquisti come quando vai al supermercato ed i prodotti sullo scaffale sono quelli e li confronti per marca e prezzo.

Il matrimonio è qualcosa di personale che ognuno di noi sente in modo soggettivo e soprattutto diverso.

C’è chi vuole un evento intimo con poche persone e c’è chi lo vuole in grande.

Qualcuno che desidera puntare sul divertimento e qualcun altro sulla scenografia.

C’è chi, in quel giorno, vuole sentirsi una principessa e chi invece una rockstar.

Come vedi in questi semplici esempi, ognuno ha dei pensieri diversi su come vuole vivere quella giornata ma una cosa è certa: se si desidera un matrimonio diverso e, soprattutto, unico non ci si può basare sulle nozze altrui o su cose già viste e che, come le vedi tu online, le vedono anche tutte le altre spose.

Ci hai mai pensato?

Eppure è così!

Quello che tu guardi online è visto da tantissime altre spose e questo è uno dei motivi principali del perché i matrimoni sembrano tutti la copia di un’altro e non hanno nulla di speciale.

Il matrimonio fotocopia lo si rischia anche quando gli sposi scelgono fornitori che hanno prodotti a catalogo e purtroppo anche quando si affidano ai professionisti che sostengono di fare prodotti personalizzati.

Guarda questa foto:

esempio_copia

A sinistra vedi la partecipazione ispirata Disney che ho studiato e realizzato a ottobre 2017 appositamente in esclusiva per Riccardo e Irene (se sei curiosa di vedere il loro matrimonio clicca qui: www.marrylicious.it/sogno-diventato-realta-riccardo-irene/) e che, un po’ di mesi dopo, ho pubblicato sulla mia pagina Pinterest.

Quella a destra invece è stata fatta a fine 2018 da una mia “collega” che afferma di fare le “partecipazioni davvero personalizzate”.

È palese che ha cercato di copiarla… ma il risultato è quello che conta e io lascio il giudizio finale a te!

Peccato però che “personalizzaresignifica: conferire carattere personale, adattare all’aspetto, al carattere, all’attività, alle esigenze o necessità, ai gusti di una persona, o di più persone, ciò che altrimenti sarebbe comune o tradizionale, convenzionale, standardizzato (ndr. dal vocabolario online Treccani).

Quindi non vuol dire che quella cosa viene creata apposta per te come la maggior parte delle persone pensa.

Ma vuol dire adattare un oggetto già esistente e non è realizzato da zero.

Ecco perché la personalizzazione non è sufficiente per rendere il matrimonio unico.

Ma non solo, chi copia un’idea presa da internet, causa un’altro problema: NON RAPPRESENTA GLI SPOSI.

esempio_copia

In questa foto trovi due tableau de mariage a tema Disney.

Quello di sinistra l’ho progettato e creato in esclusiva per le nozze di Daniel ed Eleonora nel 2017 (se sei curiosa di vedere il loro matrimonio clicca qui: www.marrylicious.it/nella-favola-daniel-ed-eleonora/) e anche questo lavoro l’ho pubblicato su Pinterest successivamente.

Quello di destra non è un lavoro svolto da una collega che, invece di creare qualcosa appositamente per i suoi sposi, sceglie la via più facile per sé stessa.

Ma è fatto da uno SPOSO (che io chiamerò Mario per rispetto della privacy) che, per il suo matrimonio, voleva il mio tableau Disney.

Mario ha scelto di realizzarlo da sé e, dopo il grande giorno, mi ha mandato su whatsapp la fotografia per mostrarmi la sua opera.

Partiamo dal presupposto che non sto parlando di una sposa ma di un RAGAZZO!

Cioè, un ragazzo che si preoccupa di aiutare la sua futura moglie e si mette LUI a creare qualcosa per il matrimonio…

Già qui tanto di cappello per la volontà!

(… e chapeau anche a lei per avergli concesso di farlo)

Sicuramente Mario ha messo il cuore e l’impegno nel crearlo, questo è fuori discussione.

Ma ha messo anche (e soprattutto) tante, tantissime ore per realizzarlo.

Anche qui, il risultato è quello che vedi e lascio a te i commenti.

Ora, non voglio dare un mio giudizio sul risultato, perché se lui è contento, lo sono anch’io per lui!

Non è il parere positivo o negativo che m’interessa esprimere, anche perché entrerei in primis in un gusto soggettivo che, come ti dicevo prima, può essere diverso per ciascuna persona.

Inoltre, un parere soggettivo, a te, cara sposa, non serve a nulla e non t’è d’aiuto.

Quello che invece voglio fare oggi, è analizzare LE DIFFERENZE dal punto di vista tecnico ed estetico:


1. TABLEAU A SINISTRA

Il tableau Disney di sinistra è stato progettato appositamente per Daniel ed Eleonora e creava quel filo conduttore indispensabile tra:

👉🏼 gli sposi, sia nel loro look che nella loro personalità,
👉🏼 lo stile del matrimonio, in questo caso antico ma dai toni eleganti e raffinati,
👉🏼 il tema che non doveva cadere nell’effetto compleanno,
👉🏼 il desiderio della coppia di creare l’effetto WOW agli occhi degli invitati,
👉🏼 la tipologia di location scelta (il Castello di Marne) nella quale si teneva il ricevimento.

La grafica creata ad hoc, che va ad ammorbidire e ad attenuare i colori forti ed eccentrici tipici dei vari cartoni animati, ha evitato il rischio di far cadere il matrimonio in una festa di compleanno per bambini.

Il tessuto bianco lucido, che riflette luce naturale, è stato fondamentale per far risaltare ogni singola scatola-libro.

Il tipo di allestimento “a più livelli”, è stato studiato per equilibrare lo spazio tra tutte le scatole e permette una visione del tableau a 360° rendendolo interattivo e giocoso per gli invitati senza ostacolare la vista dell’intero progetto e quella del panorama circostante.


2. TABLEAU A DESTRA
Nel tableau di destra invece, nonostante ci sia una grafica che più o meno ricorda quella delle mie scatole-libro, è inevitabile non notare come l’allestimento parla una lingua totalmente diversa rispetto all’eleganza che sarebbe stata necessaria per smorzare l’effetto “cartoon”.

Infatti, tutti gli elementi presenti (il fieno, le cassette di legno, la lanterna, la juta e i girasoli) appartengono ad uno stile country, uno stile opposto rispetto a quello utilizzato per le scatole-libro.

Questa discordanza di stile e questo “muro” di cassette oscura completamente la visione d’insieme andando a sminuire l’eleganza delle scatole e il grosso lavoro che Mario ha fatto.

Oltre al tableau conosco ancora 1 solo dettaglio suo matrimonio: la foto del suo profilo whatsapp in cui si vede lui insieme alla moglie, entrambi vestiti da sposi con degli abiti davvero di classe e che vedi di seguito:

esempio_copia

(A sinistra vedi Daniel ed Eleonora mentre a destra Mario e la moglie)

Quello di lei dai toni un po’ retrò, scivolato ed impreziosito da punti luminosi e quello di lui con effetto damascato e fermanodo della cravatta con tanto di ghirigori ornamentali che sembrano quasi dei ricami fatti a mano.

Insomma, abiti pregiati che non hanno nulla a che vedere con lo stile country e sono molto ma molto più eleganti di quanto si possa immaginare vedendo il tableau realizzato dallo sposo.

Con quest’unico dettaglio in più che ho potuto vedere del grande giorno di Mario, è chiaro che (tecnicamente ed esteticamente parlando) il tableau di destra non ha rappresento gli sposi.

Al contrario, li ha svalorizzati ed è vero un peccato!

Ecco perché LA PRIMA REGOLA del matrimonio è: ❌ NON COPIARE!

Una copia rimane sempre una copia, non è qualcosa di unico che fa da filo conduttore di tutto l’evento.

Se il matrimonio, ed ogni elemento che lo compone, non è studiato con un progetto alle spalle che si basa:

👉🏼 su chi sei tu e sulla la tua personalità,
👉🏼 sul carattere del tuo fidanzato,
👉🏼 sulle scelte che avete fatto e/o state facendo,
👉🏼 su ciò che desiderate davvero,
👉🏼 e non è contestualizzato nella location che ospiterà il matrimonio,

⚠️ L’EVENTO NON VI RAPPRESENTERÀ!

Andrà a svalorizzare le fotografie ed il video, quindi il ricordo più tangibile che tu avrai delle nozze, e anche l’intero evento agli occhi dei tuoi invitati.

Se tu NON vuoi COMMETTERE UN ERRORE DEL GENERE proprio nel giorno più importante della tua vita clicca subito su questo link: www.sposiconsapevoli.it

Beatrice Lancini di Marrylicious

Leave a Comment